Vespa Club Nuoro

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Blog categoria
Esempio di aspetto di una categoria blog (Categoria FAQ/Generale)

Il Vespa Club Nuoro

E-mail Stampa PDF

Ultimo aggiornamento Domenica 16 Febbraio 2014 05:50
 

Finalità del sito

E-mail Stampa PDF

Il sito contiene Forum su argomenti relativi a interessi comuni , discussioni, manifestazioni, storia della vespa dall’inizio della produzione sino ai giorni nostri.

CONSULTAZIONE LIBERA
Se vuoi conoscerci meglio, puoi consultare liberamente il forum e le nostre discussioni, senza bisogno di iscriverti.

 

Se invece ti interessano gli argomenti trattati e vuoi partecipare alle discussioni e di utilizzare tutte le possibilità che il forum ti offre, iscriviti gratuitamente ed entra anche tu nella comunità dei vespisti.
Ti nvitiamo a consultare accuratamente il regolamento nella sua integrità, prima di inserire in tuo primo post per fugare ogni dubbio.

Durante l’iscrizione è sufficiente indicare:

• Nome utente: il nick name con cui desideri farti conoscere
• Password: Puoi scegliere la password che preferisci, ma non comunicarla ad altri e salvala in un luogo sicuro. In ogni momento potrai modificarla nel tuo pannello di controllo.
• Indirizzo e-mail valido: a cui verrà inviata la e-mail per confermare la tua iscrizione.
Potrai, inoltre, ricevere le notifica con le novità relative alle discussione e/o ai forum che hai deciso di seguire. Per tutelare la tua privacy, puoi nascondere il tuo indirizzo e-mail agli altri utenti.

Inoltre, puoi inserire varie informazioni personali per farti conoscere meglio. Se decidi di compilarle, sappi che gli altri iscritti potranno visualizzarle semplicemente accedendo al tuo profilo; proprio per questo motivo NON sono obbligatorie.

Ricordati che sei responsabile delle informazioni che fornisci in fase di registrazione.

Per effettuarla devi aver compiuto almeno 14 anni oppure avere il consenso di un genitore.

POST E LINK

• Su questo forum, così come su Internet in generale, è importante conoscere rispettare la netiquette vedi ad esempio: http://www.nic.it/NA/netiquette.txt. Se decidi di postare sei tenuto a conoscere e rispettare le regole sotto
esposte. Per consentire una fruibilità rapida delle informazioni, non è gradito qualsiasi elemento che rallenti la navigazione o confonda le discussioni.

Nel sito si possono aprire post o topic di qualsivoglia argomento, rispettando però la suddivisione e i contenuti delle singole sezioni, nonchè le regole riportate di seguito.
• Potrai riportare nel post materiale copiato da internet, nel rispetto delle leggi sul copyright.
Non potrai invece copiare nel post materiale pornografico, che esalti la violenza, l'uso di sostanze proibite, che faccia
propaganda politica o religiosa, che pubblicizzi offerte commerciali o finanziamenti a organizzazioni private, o comunque con fini di lucro, che faccia apologia di atti o organizzazioni illegali.
• Non potrai inserire parole volgari, vessatorie, odiose, minacciose, invadenti la privacy altrui.
• Non potrai tenere un linguaggio ritenuto offensivo e/o irrispettoso, sia in ambito generale, sia per quanto concerne determinate categorie di soggetti (religioni, etnie, etc..)
• Non potrai scrivere post che costituiscano apologia o collusione con azioni vietate dalla legge, o con ambienti e persone implicate in tali azioni. In generale non saranno ammessi post che possano configurarsi come violazione
della legge.

Nei tuoi post potrai collocare link ma dovranno essere rispettate le seguenti regole:

• Sono vietati link a materiale pornografico, pedofilo, che esalti la violenza, l'uso di sostanze proibite; sono vietati inoltre link a siti che contengono a loro volta riferimenti espliciti a materiale vietato.
• Sono vietati link a siti propagandistici riguardanti schieramenti politici e ideologici considerati fuori legge, movimenti estremisti e/o sovversivi, sette, organizzazioni segrete, ecc. (non sono compresi materiale di carattere informativo e i documenti storici)
• Sono vietati link finalizzati a pubblicizzare qualsiasi tipo di offerta commerciale di beni o servizi.
• Sono vietati link finalizzati a pubblicizzare o finanziare organizzazioni politiche o campagne elettorali.

In ogni caso i link collocati nei singoli post saranno oggetto di particolare attenzione da parte dei moderatori.
Le regole specifiche per le sezioni e le sottosezioni del forum sono contenute nei vari regolamenti/manifesti.


RESPONSABILITA’ DELLO STAFF DEL VESPACLUBNUORO.

Considerando la natura dinamica ed in continuo mutamento di questo Forum, è impossibile per lo staff verificare tutti i messaggi o confermare la validità di tutte le informazioni inserite. Lo staff non è responsabile del contenuto dei messaggi inseriti e quindi i messaggi che troverete esprimono esclusivamente il punto di vista del loro autore, identificato dal proprio
IP.

Lo staff non può essere ritenuto responsabile dei contenuti inseriti dagli utenti, né dei contenuti di siti e/o risorse esterne (gestiti da terze parti). In ogni caso, non appena lo staff ne verrà a conoscenza, provvederà a modificare e/o rimuovere tutto ciò che viola il regolamento del nostro sito.

Se trovi dei contenuti che ritieni offensivi o discutibili, sei pregato di contattare immediatamente l’amministratore del sito .Al più presto il messaggio sarà controllato e verranno adottate le misure necessarie.

Lo staff del forum si ritiene autorizzato a rimuovere e/o modificare ogni link e/o post che verrà considerato violare le regole dichiarate e/o implicite.

Lo staff si ritiene autorizzato a modificare, o bloccare, o rimuovere ogni post e/o topic irrispettoso nei confronti di altri utenti e/o moderatori, o che si configuri come atto irrispettoso e/o ostile verso il sito e i suoi soci.

Atti di questo tipo possono portare all' esclusione dell'utente dal sito

Critiche all'operato dei moderatori potranno essere rivolte all' interessato solo mediante PM; chi lo facesse in un post pubblico verrà escluso dal sito.

Si precisa inoltre che:

• Vespaclubnuoro è dotato di sistemi tecnologici standard di sicurezza, adottati per impedire la perdita o distruzione anche accidentale dei dati, l'accesso non autorizzato ai dati stessi o di trattamento non conforme alle finalità dichiarate.
• Il sito può contenere collegamenti con altri siti web purchè vengano gestiti direttamente dagli stessi amministratori. Non è responsabilità di Vespaclubnuoro il contenuto o l'aderenza o meno alle normative in materia di protezione e riservatezza dei dati elettronici di questi siti.
• Gli utenti, ai sensi dell' Art. 13 L. 675/96 (http://www.unindustria.it/CHI_SIAMO/Art13.pdf) hanno il diritto di: conoscere in ogni momento quali sono i suoi dati personali e come essi vengano utilizzati; farli aggiornare, integrare, rettificare; chiederne la sospensione ed opporsi al loro trattamento; chiederne la cancellazione contattando lo staff tramite mail o messaggio privato del forum.

 

SI RICORDA A TUTTI GLI UTENTI CHE L’ASSOCIAZIONE “VESPACLUBNUORO” E’  UN ENTE NON COMMERCIALE, IN QUANTO NON PERSEGUE FINI DI LUCRO E PERTANTO NON DISTRIBUISCE UTILI. E’ ASSOLUTAMENTE A CARATTERE APOLITICO E FA ASSOLUTO DIVIETO DI DISTRIBUIRE  UTILI O AVANZI DI GESTIONE NONCHE’   FONDI , RISERVE O  CAPITALI  DURANTE LA VITA DELL’ASSOCIAZIONE.

 

Chi Siamo

E-mail Stampa PDF

IL CONSIGLIO DIRETTIVO E' STATO RINNOVATO IL GIORNO 13/01/06
PER L'ASSEGNAZIONE DELLE CARICHE AI SEGUENTI SOCI



• PRESIDENTE:  CORVETTO ANTONIO

• VICEPRESIDENTE: SIOTTO DOMENICO

• SEGRETARIO CASSIERE: GUISO FRANCESCO

• C0NSIGLIERI: LOVICU PIERPAOLO, FARRE MAURO,
MARRAS REDENTO, MATTANA GRAZIANO
.

• REVISORI DEI CONTI: CORDA GIACOMO, FOIS ANTONIO

Ultimo aggiornamento Sabato 06 Marzo 2010 09:52
 

Art. 18

E-mail Stampa PDF

OGGETTO: Art. 18, comma 1, legge 27 dicembre 2002, n. 289 (legge finanziaria 2003).
*******

La presente circolare sostituisce interamente la circolare prot. n. 1971/M360 del 14 luglio 2003, che deve pertanto ritenersi abrogata.

Le modifiche apportate sono state evidenziate in "grassetto".

*******

Pervengono a questo Dipartimento richieste di chiarimenti in ordine alla portata applicativa dell'art. 18, comma 1, della legge 27 dicembre 2003, n. 289, il quale prevede che: "Per i veicoli storici e d'epoca, nonché per i veicoli storici-d'epoca in deroga alla normativa vigente, è consentita la reiscrizione nei rispettivi registri pubblici previo pagamento delle tasse arretrate maggiorate del 50 per cento. ...(omissis)... La reiscrizione consente il mantenimento delle targhe e dei documenti originari del veicolo.".

Al riguardo, poiché la terminologia utilizzata dal legislatore non appare perfettamente in linea con la definizione che l'art. 60 c.d.s. fornisce in tema di veicoli d'epoca e di interesse storico e collezionistico, appare anzitutto opportuno chiarire quale sia l'ambito oggettivo di applicabilità della norma finanziaria.

L'art. 60, comma 2, c.d.s., infatti, riconduce alla categoria dei veicoli d'epoca "i motoveicoli e gli autoveicoli cancellati dal P.R.A. perché destinati alla loro conservazione in musei o locali pubblici e privati ... (omissis) ... e che non siano adeguati nei requisiti, nei dispositivi e negli equipaggiamenti alle vigenti prescrizioni stabilite per l'ammissione alla circolazione"; tant'è che il successivo comma 3, let. a) ne consente la circolazione esclusivamente in occasione di apposite manifestazioni o raduni, previa autorizzazione rilasciata dal competente Ufficio della Motorizzazione.

Viceversa, ai sensi dell'art. 60, comma 4, c.d.s., come sostituito dall'art. 1, comma 2-quater, del decreto-legge 27 giugno 2003, n. 151 (nel testo modificato dalla legge di conversione 1° agosto 2003, n. 214) rientrano nella categoria dei motoveicoli e autoveicoli di interesse storico e collezionistico tutti quelli di cui risulti l'iscrizione in uno dei seguenti registri: ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI.

Al riguardo, occorre sottolineare che, sebbene la riformata norma codicistica non preveda più espressamente che i predetti veicoli, qualora non iscritti al P.R.A., per poter circolare debbano essere reimmatricolati ed iscritti nei registri del P.R.A., tale prescrizione deve ritenersi comunque applicabile alla luce delle disposizioni generali dettate dall'art. 93 c.d.s..

Appare pertanto evidente come l'ambito di applicazione della previsione contenuta nella norma finanziaria in esame debba essere necessariamente riferito ai soli veicoli di interesse storico e collezionistico. Inoltre, tenuto conto che la finalità perseguita è quella di consentire la reiscrizione dei veicoli in parola nel pubblico registro automobilistico, previo pagamento delle tasse automobilistiche arretrate maggiorate del 50%, il legislatore lascia chiaramente intendere che si tratta di veicoli radiati d'ufficio.

La medesima norma finanziaria prevede inoltre che, effettuata la reiscrizione nel pubblico registro automobilistico, possano essere mantenute le targhe e i documenti originali del veicolo.

In sostanza, quindi, viene esclusa la necessità che il veicolo, reiscritto nel pubblico registro automobilistico, debba essere sottoposto a reimmatricolazione laddove sussistano le targhe e i documenti di circolazione originali.

Ciò posto, tenuto conto che il veicolo può essere o meno presente nell'Archivio Nazionale dei Veicoli, che successivamente alla radiazione d'ufficio il veicolo stesso può essere rimasto in disponibilità del medesimo proprietario ovvero può essere stato trasferito a terzi e che l'interessato può o meno essere in possesso delle targhe e dei documenti di circolazione originari, nelle tabelle allegate alla presente circolare è contenuta una ricognizione dettagliata delle procedure da applicare ai possibili casi concreti che si prevede possano realizzarsi. Al riguardo, si richiama l'attenzione sui seguenti principi di carattere generale:

1. ai fini dell'annotazione, nell'Archivio Nazionale dei Veicoli e sulla carta di circolazione, che si tratta di un "Veicolo di interesse storico e collezionistico", l'interessato deve sempre produrre copia della certificazione rilasciata da uno dei registri previsti dal vigente art. 60, comma 4, c.d.s;

2. la preventiva reiscrizione nel pubblico registro automobilistico è comprovata dall'interessato mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione ovvero mediante produzione di copia del certificato di proprietà rilasciato dal P.R.A.;

3. l'annotazione, sulla carta di circolazione originale, che si tratta di "Veicolo di interesse storico e collezionistico" è apposta manualmente;

4. nelle ipotesi in cui non ricorre la necessità di emettere la carta di circolazione, l'annotazione, nell'Archivio Nazionale dei Veicoli, che si tratta di "Veicolo di interesse storico e collezionistico" è effettuata attraverso la transazione "SC67" e inserendo "N" nel campo "cod. procedura";

5. l'emissione dell'etichetta, da applicare sulla carta di circolazione originale, attestante le generalità del nuovo proprietario è effettuata attraverso la maschera "STDU";

6. nell'ipotesi in cui l'interessato sia in possesso delle targhe originali ma non della carta di circolazione ed il veicolo non sia presente in archivio, si rende possibile l'immatricolazione con la stessa targa, ed il rilascio della relativa carta di circolazione, senza che vi sia stata la preventiva reiscrizione nel pubblico registro automobilistico; in tal caso, l'interessato deve produrre una dichiarazione sostitutiva di certificazione attestante l'anno di prima immatricolazione, la pregressa iscrizione nel pubblico registro automobilistico e l'anno di avvenuta radiazione d'ufficio, ovvero copia dell'estratto cronologico rilasciato dal PRA;

7. nell'ipotesi in cui l'interessato sia in possesso della carta di circolazione originale ma non delle targhe, è sempre necessaria la reimmatricolazione; di conseguenza, non è richiesta la preventiva reiscrizione nel pubblico registro automobilistico;

8. nell'ipotesi di cui al precedente punto 7, l'interessato può chiedere di trattenere la carta di circolazione originale; in tal caso, l'Ufficio della Motorizzazione procede ad annullarla apponendo la dicitura "non valida ai fini della circolazione", il timbro, la data e la firma del funzionario che vi ha provveduto, e ne trattiene una copia agli atti; in caso contrario, l'interessato restituisce la carta di circolazione originaria al fine della distruzione;

9. a maggior ragione, laddove l'interessato sia sprovvisto sia della carta di circolazione sia delle targhe originali, occorre procedere alla reimmatricolazione e non è richiesta la preventiva reiscrizione nel pubblico registro automobilistico;

10. resta in ogni caso ferma la necessità che il veicolo di interesse storico e collezionistico, per poter circolare su strada, debba essere in regola con gli obblighi di revisione annuale, stante il combinato disposto di cui agli artt. 80, comma 4, e 60, comma 1, c.d.s.; pertanto, si richiama la necessità che sul duplicato della carta di circolazione sia annotato che il veicolo deve essere sottoposto a revisione prima della immissione in circolazione;

11. il veicolo deve essere sottoposto a visita e prova, avuto riguardo alle caratteristiche costruttive d'origine (art. 75 c.d.s.):

• in caso di reimmatricolazione;

• in caso di immatricolazione con la stessa targa originale;

• quando i dati tecnici contenuti nel certificato rilasciato da uno dei registri previsti dal vigente art. 60, comma 4, c.d.s. non siano sufficienti al fine della compilazione della carta di circolazione (in sede di emissione del duplicato) e all'aggiornamento dell'Archivio nazionale dei veicoli (quando il veicolo non sia presente nell'Archivio stesso).

In ogni caso, la visita e prova assorbe gli obblighi di revisione.

Si ribadisce che le disposizioni contenute nella presente circolare concernono esclusivamente i veicoli di interesse storico e collezionistico già iscritti nel pubblico registro automobilistico e da questo radiati d'ufficio; pertanto, per l'immissione in circolazione dei veicoli che non ricadono nell'ambito di applicazione dell'art. 18 della legge finanziaria 2003, si richiamano le vigenti disposizioni nel tempo diramate con apposite circolari.

A tale ultimo riguardo, si rammenta che, a decorrere dal 17 giugno 2003, non si rende più possibile reimmatricolare motoveicoli radiati a richiesta degli interessati se non sono conformi alla direttiva quadro 2002/24/CE, fatta eccezione per i veicoli di interesse storico e collezionistico.

Infine, si segnala l'opportunità di intensificare i controlli sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive e delle documentazioni prodotte in copia dagli interessati al fine della reimmissione in circolazione dei veicoli di interesse storico e collezionistico già radiati d'ufficio.

IL CAPO DIPARTIMENTO

(Dott. Ing. Amedeo Fumero)

 

Il Vespa Club Nuoro

E-mail Stampa PDF

immagine d'epoca

Ultimo aggiornamento Martedì 08 Febbraio 2011 06:55
 
Altri articoli...
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 2

Loading

Loading............ Please wait